Un passo dopo l’altro

“Ci aspetta una strada di terra battuta, lunga, interminabilmente lunga: dodici chilometri in mezzo ai campi, nessuna tappa intermedia. Come faremo? Però il paesaggio merita davvero, sono dolci colline, prati, campi di grano, vigneti, verde brillante, oro, azzurro. Poco a poco torna il sole e poco a poco i dubbi scompaiono. Questo, era quello che cercavo: sentirmi così, senza pensieri, un passo dopo l’altro, occupandomi solo di guardarmi attorno e lasciarmi trasportare da tanta bellezza. Devo trovare un modo per far sì che questa sensazione rimanga sempre dentro di me.

“Mamma!”
“Dimmi, bambino!”
“Niente, è bello camminare con te.”

Mi sorride con gli occhi, mi dà la mano. Siamo felici.
All’improvviso, ho la risposta alla mia domanda. Come faremo? Semplice, un passo dopo l’altro.”

(Fotografie e testo di Elisabetta Orlandi – Tutti i diritti riservati)

da Unmilioneottocentomila passi. Io, il mio bambino e il Cammino di Santiago, E. Orlandi, Edizioni Paoline, Milano, 2012

Annunci

Informazioni su Elisabetta Orlandi

Leggo, scrivo, racconto, traduco.
Questa voce è stata pubblicata in Home, il Cammino di Santiago e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...