Benvenuto, anno nuovo!

  claude-monet-la-pie-1868

Un mattino

Fragilissime,

così belle

le mie ali nuove,

e fragilissima io

attraversando in alto l’azzurro,

e neppure mi sapevo così

leggera, ebbra

al punto di staccarmi da terra. Follia,

questo dev’essere, follia.

Perché, dimmi, che altro nome può avere

svegliarsi diversa, scoprirsi con ali?

Annunci

Informazioni su Elisabetta Orlandi

Leggo, scrivo, racconto, traduco.
Questa voce è stata pubblicata in Home. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...