Cieli, pietre, passaggi

“Le nubi si diradano, la campagna che si stende attorno a noi è lucente, profuma di terra bagnata. Sul ciglio della strada sorgono cumuli di sassi, segnale che altri pellegrini sono passati di qui. Solo pietre, è vero, ma rassicurano.

Ho la sensazione che nulla sia cambiato negli ultimi mille anni, nonostante i colori sgargianti degli zaini e degli impermeabili, le biciclette cromate, i bastoncini telescopici. Ora come allora, oggi come centinaia di anni fa, peregrinos a Santiago. Non si può spiegare. Anche perché ognuno ha la propria risposta, diversa da quella di qualunque altro pellegrino abbia mai camminato sotto questo cielo.”

da Unmilioneottocentomila passi. Io, il mio bambino e il Cammino di Santiago, E. Orlandi, Edizioni Paoline, Milano, 2012

Fotografia e testo di Elisabetta Orlandi – Tutti i diritti riservati

Annunci

Informazioni su Elisabetta Orlandi

Leggo, scrivo, racconto, traduco.
Questa voce è stata pubblicata in il Cammino di Santiago e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...